10 luoghi geniali per le nostre vacanze

Posted by

Natale è alle porte e insieme alle feste, finalmente, sono in arrivo anche le vacanze. Se fino al primo di gennaio, più o meno, tra un regalo da scartare e un pranzo da smaltire il tempo di solito è impegnato, prima che l’Epifania “tutte le feste si porti via” rimangono alcuni giorni un po’ più tranquilli, dove magari progettare una gita in famiglia. Chi ha dei bambini, perché non portarli da qualche parte dove possano divertirsi e imparare qualcosa? Il problema è che le giornate sono corte e fa freddo, ma ci sono molte destinazioni al chiuso per trascorrere una bella giornata. Vi riporto alcuni spunti su dove andare, tratti dalla mia “Guida ai luoghi geniali” appena pubblicata da Ediciclo. Se avete dubbi o domande, scrivetemi.

Volandia – Parco e Museo del Volo
(Somma Lombardo – Varese)

Si tratta di uno dei più importanti musei italiani dedicati alla storia del volo, dai primi velivoli a elica ai moderni aerei dotati di motore a reazione, per finire con le missioni alla scoperta del sistema solare. Sono decine i velivoli esposti, tra elicotteri, aerei militari e velivoli storici. C’è anche una ricostruzione del modulo di comando dell’Apollo 16 a grandezza naturale. Insomma: una destinazione perfetta per piloti in erba. Di recente il museo si è arricchito con la collezione di locomotive, tram e funicolari della famiglia Ogliari.  Info: Volandia.

Museo dell’Aeronautica Gianni Caproni
(Trento)

Rimaniamo con gli occhi all’insù, ma spostiamoci in Trentino. Magari in tanti saranno già in zona a sciare. Prendetevi un paio d’ore per un viaggio indietro nel tempo all’inizio del ‘900, quando per la prima volta si realizzò il sogno di mettere le ali all’uomo. La straordinaria collezione di questo museo comprende diversi aeroplani storici originali di rilievo mondiale, che ripercorrono insieme a documenti e cimeli le storie dei pionieri dell’aviazione e quelle dei piloti durante gli anni della Grande Guerra e fino al secondo conflitto mondiale. Info qui.

MUSME – Museo di Storia della Medicina
(Padova)

Questo meraviglioso museo è dedicato alla storia della medicina nel corso dei secoli. Non aspettatevi niente di macabro – ad esempio i classici feti deformi – o peggio ancora noioso, dato che si tratta di un’esposizione fortemente interattiva, ricca di avvincenti postazioni multimediali con appositi percorsi per i bambini. Si viene accompagnati nella visita da alcune guide d’eccezione, tra cui Galileo Galilei. Voi direte: com’è possibile? Eh, grazie alla tecnologia se ne fanno di cose! Ma non vi rivelo niente. Info qui.

Science Center Immaginario Scientifico
Trieste, Pordenone e Tavagnacco (Udine)

Questo è il principale museo della scienza friulano. Istituito con lo scopo di diffondere la cultura tecnologica e scientifica, è un bell’esempio di museo di nuova generazione, totalmente diverso dai musei tradizionali. Non parliamo infatti di luoghi, magari un po’ tristi e antiquati, progettati per conservare reperti e cimeli, bensì di spazi vivi, multimediali e interattivi, all’insegna della sperimentazione diretta. In parole povere, qui si sperimenta mettendo le mani in pasta, per imparare davvero. Provare per credere. Ecco come.

Museo All About Apple
(Savona)

Sapete dove si trova il più importante museo del mondo dedicato ad Apple? Negli Stati Uniti? No: in Liguria. Ed è nato grazie all’intraprendenza e alla passione di un gruppo di amici che per anni hanno raccolto hardware ovunque, mettendo insieme un patrimonio sterminato. Una destinazione perfetta per amanti del bello digitale, futuri ingegneri e… ragazzi un po’ nerd. Info qui.

Musei Ferrari Experience: Museo Ferrari Maranello & MEF – Museo Enzo Ferrari Modena
Maranello (MO) e Modena

Se amate le rosse di Maranello, prima o poi dovete farvi l’accoppiata dei due musei dedicati alla Ferrari, che trovate naturalmente nel Modenese, cuore della “Motor Valley”: uno in centro a Modena e l’altro attiguo all’azienda del Cavallino a Maranello. La distanza tra i due siti è ridotta e si può fare tutto in una sola giornata. Oltre ad ammirare le divine monoposto da F1 insieme a modelli iconici del marchio, quali la Dino 206 GT del 1967 e la F40 del 1987, ci sono a disposizione diverse esperienze, compresa la possibilità di salire su un simulatore semiprofessionale. Date un’occhiata qui.

Museo di Scienze Planetarie
Prato

Prima di dire che le stelle e i pianeti non vi interessano, fate un salto in questo piccolo ma curatissimo museo dedicato all’astronomia, alla mineralogia e alla geologia. I bambini di soliti rimangono entusiasti! Le collezioni principali sono due: quella dei minerali e quella dei meteoriti e delle rocce da impatto. C’è anche il meteorite di Nantan, che pesa ben 270 chili ed è uno dei più grossi in Italia. Info qui.

Centrale Montemartini
(Roma)

Quello dell’ex Centrale Termoelettrica Montemartini è uno dei musei più particolari al mondo, anche se di solito viene un po’ trascurato dai turisti che visitano Roma, circondati da tanta meraviglia. Negli spazi di questa ex-centrale, il primo impianto pubblico per la produzione di elettricità a Roma, è ospitata parte delle collezioni dei Musei Capitolini. In pratica, accanto a gigantesche caladaie a vapore e marchingegni che paiono mostri, sono esposte varie antichità romane, tra cui statue, epigrafi e mosaici. Un’originale sinergia tra arte e tecnologia. Info qui.

Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa
(Napoli)

Se vi piacciono i treni e siete in giro per Napoli in occasione delle feste, pigliate l’autobus e venite a visitare uno dei più importanti musei italiani dedicati alla strada ferrata. Parentesi: il treno, in Italia, ha iniziato qui la sua epopea, con l’inaugurazione della ferrovia Napoli-Portici il 3 ottobre 1839. Chiusa la parentesi. Dicevamo… Pietrarsa. La collezione occupa sette padiglioni con una superficie espositiva di 36.000 metri quadrati. Troverete tante locomotive a vapore, vagoni, cimeli, macchinari da officina e persino la Carrozza reale S10, realizzata per le nozze tra il principe Umberto di Savoia e la principessa Maria Josè del Belgio. Sembra la stanza di un castello. Info qui.

Planetario Giovan Battista Amico
(Cosenza)

Inaugurato nell’aprile 2019, il planetario di Cosenza è tra i più imponenti e innovativi d’Europa. Si tratta di un gioiello non solo da un punto di vista tecnologico, ma anche di un’elegante opera architettonica. Il planetario è il secondo in Italia, per dimensioni, dopo quello di Milano, e sotto la sua cupola semisferica possono trovare posto 113 persone. Tutti pronti, allora, ad ammirare il cielo in una stanza? Per informazioni sulla visita scrivere a planetario@comune.cosenza.it.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...